Ricette

Cerca nel blog

martedì 8 settembre 2015

Parmigiana della nonna


Ore 8:30, lui è a lavoro e io ho già riempito una lavatrice, nell'hotel di fronte i turisti sono in balcone mezzi nudi a sorseggiare tazzoni di caffè bollente il pullman delle 9 è forse in anticipo e crea come sempre una fila di macchine che suonano come matti!
In pigiama e con il sonno negli occhi sono davanti al frigo perchè so di avere un'appuntamento con loro.. 4kg di melanzane da smaltire nel miglior modo possibile, parmigiana!! Ma non una parmigiana qualsiasi, la Parmigiana più buona della mia vita, la parmigiana dei miei ricordi, quella che mi faceva mia nonna Lina. Tutti avrebbero dovuto assaggiare un piatto cucinato dalla mia nonna, lei era super, senza ricettario ne bilancia creava dolcetti e prelibatezze per un esercito con una spensieratezza unica e che sapori! Se chiudo gli occhi posso ancora sentirli, purtroppo solo nei miei ricordi, ma ci provo cucinando questa che mio marito ha battezzato "patanzana" perchè fatta con le patate oltre che con le melanzane e udite udite non ha parmigiano, perchè io ero l'unica in famiglia a non mangiare formaggio quindi una piccola padellina mia nonna la faceva per me, "a nonna questa è tua, ci ho messo le patate così ha più sapore" e la mangio ancora oggi così, perchè ha più sapore...

Ingredienti:
1 melanzana grande
3 patate
700gr di passata di pomodoro circa
basilico fresco
sale q.b.
olio per friggere q.b

Riempite una padella piena di olio e portate a temperatura, nel frattempo pelate le patate e tagliate a fette intere, fate la stessa cosa con le melanzane man mano che si cucinano così non si rischia di farle annerire. Friggete tutte le patate e le melanzane, salatele e mettete in due piatti differenti con carta assorbente e lasciate raffreddare. 
Ora si deve comporre la "patanzana". In una padella media sporcare con un po di passata di pomodoro e procedere con gli strati prima melanzane, 2/ foglie di basilico, passata e strato di patate; procedere così fino ad avere 4 strati in totale, ricoprire con la restante passata e mettere sul fuoco basso, quando inizierà a sobbollire spegnere e gustare con tanto di scarpetta autorizzata!


Con questa ricetta partecipo al mio primo contest, organizzato dal blog "profumo di broccoli"  che cade proprio a pennello.